Blog: http://dscinema.ilcannocchiale.it

PRODI IN VISITA AL LIDO, "AIUTI PER MODERNIZZARE IL FESTIVAL"

L'Unità - 5 settembre 2006

Prodi in visita al Lido

"Aiuti per modernizzare il Festival"

"Il Festival di Venezia è una delle più grandi manifestazioni culturali del Paese e ho voluto essere presente per sottolineare l'impegno del governo ad aiutare la modernizzazione, anche gli eventuali investimenti che siano necessari perché il Festival mantenga la sua forza, il suo significato". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Romano Prodi, durante la sua visita alla Mostra, caratterizzata da un incontro con il presidente della Biennale Davide Croff. Prodi, accompagnato dallo stesso Croff e dal ministro per i Beni Culturali Francesco Rutelli ha compiuto anche una breve passeggiata davanti al Palazzo del Cinema. Ai giornalisti che gli chiedevano se questo fosse il primo impegno del governo verso Venezia, Prodi ha risposto: "Non è il primo. E' un impegno del governo verso l'Italia, non verso Venezia".

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

5 settembre 2006

FESTIVAL DI VENEZIA: AUTORI E PRODUTTORI CHIEDONO ALLA RAI PIU' INTERESSE PER IL CINEMA ITALIANO


Gli autori cinematografici e i produttori italiani chiedono una maggiore sensibilità della Rai nei confronti delle produzioni italiane, in occasione del rinnovo del contratto di servizio della televisione pubblica. Questo il risultato del convegno "Il rinnovo del contratto di servizio della Rai" tenutosi oggi alla Mostra del Cinema di Venezia presso le Giornate degli Autori. Il contratto di servizio, che disciplina le condizioni a cui lo Stato cede alla Rai l’utilizzo dell’etere, prevede, infatti, che la concessionaria si impegni a soddisfare la richiesta di cultura e di programmi efficaci e di buon gusto, nella valorizzazione del cinema italiano. Tutto ciò secondo gli autori e i produttori viene ampiamente disatteso, a partire dal fatto che non esiste un organo di controllo incaricato di verificare che effettivamente il 20% dei proventi del canone venga utilizzato per produrre cinema e fiction italiani ed europei, secondo quanto stabilito sia dal contratto di servizio sia dalla legge 122. La proposta di autori e produttori è di istituire un organo terzo di controllo o affidarsi ad un organo già esistente. Sono intervenuti al convegno il produttore Roberto Cicutto e i registi Maurizio Sciarra, Emidio Greco e Nino Russo.

Pubblicato il 5/9/2006 alle 20.2 nella rubrica Venezia 63.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web